I meccanismi di difesa in situazioni difficili

Di | 23 ottobre 2019

Quando siamo di fronte a una situazione difficile o con forti problemi relazionali, si attivano spontaneamente quelli che vengono chiamati meccanismi di difesa.

In questo articolo di Annette Chazoule, Manager Cegos Francia, vediamo quali sono più efficaci e quali sono al contrario inefficienti.

meccanismi di difesa

Meccanismi di difesa inefficienti

1. Passività:

Sottomettersi, accettare le situazioni andando contro la propria volontà, non fare le domande necessarie.

Perché è inefficiente?

Sebbene questo meccanismo possa sembrare funzionale nel breve termine, in quanto evita i conflitti, in realtà non risolve il problema.

2. Aggressione:

Sottomettere gli altri, piegarli, aggredirli, imporre le proprie condizioni, non ascoltare, essere impazienti, alzare la voce per avere l’ultima parola.

Perché è inefficiente?

L’attacco è un meccanismo che può generare nell’interlocutore un senso di minaccia che lo porta ad assumere lo stesso atteggiamento minaccioso e autoritario della controparte.

3. Manipolazione:

Non annunciare chiaramente i propri obiettivi, impiegare mezzi scorretti per raggiungere i propri fini, seminare discordia, alterare la verità, avvalersi di trucchi e manovre non dichiarate.

Perché è inefficiente?

Nel momento in cui viene identificata la manipolazione, si rischia una perdita totale di fiducia.

Meccanismi di difesa efficaci

1. Umorismo:

Presentare una situazione vissuta come traumatica in modo da rivelare gli aspetti piacevoli, ironici e insoliti. È l’umorismo applicato a sé stessi, che può essere considerato un meccanismo di difesa.

2. Assertività:

Adottare un atteggiamento assertivo, esprimendo in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni senza tuttavia offendere né aggredire l’interlocutore. Essere sé stessi, giocare a carte scoperte, creare relazioni di fiducia, scendere a compromessi, non impuntarsi sulle proprie ragioni.

3. Anticipazione:

Immaginarsi il futuro sperimentando in anticipo le proprie reazioni emotive, prevedendo le conseguenze di ciò che potrebbe accadere, considerando risposte diverse o possibili soluzioni.

Perché sono efficaci?

Questi meccanismi sono efficaci perché salvaguardano la propria persona senza entrare in forte collisione con gli altri; per questo occorre privilegiarli.

Per scoprire di più sul tema, consulta il programma del corso Conversazioni difficili - Virtual classroom

/5 - Voir tous les avis

Altri focus sullo stesso tema

Lascia un commento

Avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Avatar

Rossella Dal 2 settimane

Articolo interessante, ma l’ultimo punto non mi convince. Penso che anticipare un pensiero a qualcosa che ci fa paura o non ci fa sentire a nostro agio possa peggiorare la situazione.
Se ci pensiamo, ricolleghiamo l’evento che dovrà accadere ad un evento già vissuto e che non ci piaceva, e ci demoralizziamo ripetendo lo stesso errore.
Penso che la soluzione sia non pensarci, o iniziare un percorso di coaching adeguato.
Rossella- http://www.adactaconsulting.i

Rispondi

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti