Emanuele Castellani

Emanuele Castellani

In Cegos dal 2011, riveste il ruolo di Amministratore Delegato dal 2012. Nel 2000 inizia il suo percorso in ambito Risorse Umane, prima in Adecco e successivamente in ADP. Oggi è membro del Comité de Groupe International di Cegos SA, fornendo il suo contributo allo sviluppo del Gruppo.

Hard skills e soft skills: l’esempio di Winnie Harlow

 Hard skills e soft skills: l’esempio di Winnie Harlow

Propongo in quest’articolo una riflessione un po’ “spinta”, che spero susciterà reazioni e interazioni. Chantelle Brown-Young conosciuta anche con il nome Winnie Harlow (nella foto) nota top-model (Diesel, Desigual, America’s Next Top Model, Nike, …) e attivista di origini giamaicane, nasce nel 1994 a Toronto. All’età di quattro anni le viene diagnosticata la vitiligine, una

Emanuele Castellani

Develop a Digital Culture

 Develop a Digital Culture

Sono le domande più semplici a disorientare maggiormente Se chiedessi a cosa servono i Computer, o più genericamente le macchine, sono certo che riceverei molte risposte diverse. Sarebbe simpatico se ogni lettore di questo post mi inviasse la propria risposta, potrei raccoglierle in una sorta di libretto. La mia risposta è piuttosto pragmatica: le macchine

Emanuele Castellani

Negotiation: 3 spunti di riflessione per negoziazioni efficaci

 Negotiation: 3 spunti di riflessione per negoziazioni efficaci

La miscela esplosiva di due frasi celebri rimbomba nei miei pensieri. “Inizia con la fine in testa” definita da Stephen R. Covey la seconda habit delle persone altamente efficaci e “il fine giustifica i mezzi” attribuita a Niccolò Machiavelli, quale conclusione rispetto ad alcune frasi concatenate che troviamo ne “Il principe”. Dalle negoziazioni più semplici

Emanuele Castellani

Smart Communication

 Smart Communication

Parlando di comunicazione, ritengo che l’avvento dei social network sia di straordinaria importanza: uno spartiacque epocale (senza voler apparire blasfemo) divide l’Avanti-Social (A.S.) e il Dopo-Social (D.S.). Fino all’avvento dei social esistevano 3 modi di parlare ad una platea più estesa di 4 o 5 persone. I media quali radio e TV, non certo accessibili

Emanuele Castellani

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti