Collaborazione: Princìpi e Caratteristiche

Di | 27 settembre 2018

Dare il proprio contributo a un’impresa, un’attività o un progetto; partecipare.

Questa la classica definizione di Collaborazione.

Darò il mio contributo riguardante questo tema, affrontandolo da una prospettiva particolare: la teoria dei giochi.

Infatti, una ricerca approfondita sulle strategie competitive e cooperative nell’ambito della teoria dei giochi, nota come Dilemma del prigioniero, ha dimostrato in che modo è possibile raggiungere la collaborazione.

Lo studio è stato eseguito durante due tornei tra due programmi informativi. Hanno partecipato e inviato le proprie strategie persone provenienti da un ampio ventaglio di settori di attività e discipline, compresi economisti, esperti di scienze politiche, teorici dei giochi, sociologi, psicologi e matematici in varie località di Stati Uniti, Europa e altre aree geografiche.

Grazie alla tecnologia oggi disponibile, sono state giocate migliaia di partite.

collaborazione

La strategia “Tit for Tat”

Ogni strategia è stata contrapposta alle altre e i risultati sono stati calcolati  e messi a confronto allo scopo di determinare sul lungo periodo la strategia superiore a tutte le altre.

Una volta emerse varie tendenze, i ricercatori sono stati in grado di trarre delle conclusioni generali e dimostrare i teoremi in grado di definire le condizioni per la “generazione spontanea” della collaborazione.

Inaspettatamente, la strategia vincente è risultata quella più breve e più semplice. Tale strategia è stata denominata “tit for tat”.

Occupa soltanto 4 linee di codice di programmazione. Comporta la collaborazione fin dal primo round. Nel round successivo, la strategia applica la stessa decisione presa dall’avversario nel round precedente.

Si è trattato del primo esperimento eseguito in modo sistematico volto a dimostrare i vantaggi duraturi delle strategie di collaborazione nelle relazioni a lungo termine.

La strategia è stata elaborata da un docente universitario pacifista, Anatole Rapoport, che insegnava psicologia e filosofia presso la University of Toronto. La ricerca è stata condotta da Robert Axelrod2, professore presso il dipartimento di Scienze politiche presso la University of Michigan.

Principi e caratteristiche della collaborazione

Il principio della reciprocità

La reciprocità è una legge universale degli scambi, delle relazioni e della collaborazione tra gli esseri umani. A partire dalle teorie proposte da Marcel Mauss, l’antropologia ha continuamente confermato il fatto che le comunità umane si fondano su sistemi di reciprocità. La reciprocità caratterizza inoltre l’interazione tra due individui tra i quali sussiste una relazione equilibrata.

La strategia “Tit for Tat” ha prodotto la vittoria nel maggior numero di partite, grazie all’applicazione sistematica del principio della reciprocità.

Viene fornita collaborazione ogni volta che l’altra persona collabora. Questa caratteristica rende tale strategia cortese. La strategia rifiuta la collaborazione ogni volta che l’altra persona non ricambia la collaborazione. Si tratta perciò di una strategia reattiva e sensibile, in quanto ricambia con la collaborazione non appena l’altro collabora.

Chiara e comprensibile

La strategia “Tit for Tat” è efficace anche perché ha un meccanismo estremamente chiaro e comprensibile. Il gioco è trasparente: collaborare, quindi effettuare la stessa scelta che l’antagonista ha adottato nel round precedente. Se una persona getta la spugna, la strategia “Tit for Tat” fallisce immediatamente e proporzionalmente. Se l’altro giocatore collabora, la strategia “Tit for Tat” funziona immediatamente e proporzionalmente.

Benevolenza e cortesia

La strategia “Tit for Tat” è benevola e cortese: il gioco ha inizio con la collaborazione e continua a collaborare finché anche l’antagonista collabora. In nessun caso rifiuta di collaborare per prima. Tale strategia risponde sistematicamente con la collaborazione se l’altro giocatore collabora, indipendentemente dalle mosse precedenti.

Reattiva e generosa

Questa strategia di collaborazione basata sulla benevolenza è anche estremamente generosa e reattiva. In caso di defezione da parte di uno dei partecipanti, interrompe immediatamente la collaborazione e mantiene l’assenza di collaborazione finché l’avversario non riprende a collaborare. In questo modo evita di perdere attraverso l’inazione.

Le 3 caratteristiche della strategia “Tit for Tat”

CaratteristicheProcesso
Chiara e comprensibileGli altri giocatori possono prevedere le conseguenze delle proprie azioni
Benevola e corteseHa inizio con la collaborazione e continua a collaborare finché anche l’antagonista collabora
Reattiva e generosaReagisce quando l’altro smette di collaborare, rifiutando immediatamente e sistematicamente di collaborare. Riprende la collaborazione ogni volta che l’altro collabora

 


 

Scopri i programmi dei corsi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la notifica sui nuovi post del Blog

Abilita JavaScript e Cookies nel brauser per iscriverti